IL MONDO DELLE TILLANDSIE: LE PIANTE CHE VIVONO D’ARIA

HomeIL MONDO DELLE TILLANDSIE: LE PIANTE CHE VIVONO D’ARIA

Le tillandsie appartengono alla grande famiglia delle bromeliacee ed allo stato naturale si trovano  in zone che vanno dalle foreste tropicali a zone desertiche del sud America.

Sono piante epifite quindi particolarmente adatte ad essere coltivate su pezzi di legno od altri supporti inerti (rocce, sassi, minerali etc.) ed  uniche nel loro genere in quanto, grazie alla presenza di particolari peli, possono trattenere l’umidità dell’aria incanalandola nei tessuti della pianta. Essendo la loro caratteristica principale quella di vivere senza terreno, non necessitano di grandi cure né di rinvasi in quanto le radici, quando presenti, hanno solo funzione di ancoraggio. Traggono nutrimento direttamente dall’atmosfera per mezzo appunto delle foglie che assorbono umidità insieme alle sostanze utili o anche inquinanti  presenti.

Secondo recenti studi infatti, pare che abbiano la capacità di assorbire l’inquinamento dell’aria, il fumo di sigarette, l’ozono e l’anidride solforosa. Quindi averne una dentro casa può solo portare vantaggi! Quando le temperature lo consentono, possono essere collocate anche in giardino all’ombra di piante dove potranno trovare il giusto microclima e svilupparsi. Ai primi freddi, dovranno essere riportate in casa.

Nonostante la maggior parte delle tillandsie abbia una forte resistenza alla siccità, se coltivate in casa, richiedono irrigazioni e nebulizzazioni che permettano il regolare sviluppo della pianta. Giovano molto le spruzzature con acqua piovana o demineralizzata in quanto temono il calcare e, quando l’ambiente diventa particolarmente asciutto, si possono immergere per qualche minuto in acqua a temperatura di 20-25 gradi.

Per attivare le funzioni vitali delle tillandsie che vengono coltivate in casa è utile posizionarle in zone luminose ma non al sole diretto mentre quelle collocate all’aperto devono essere rigorosamente in ombra.

Nel periodo primaverile – estivo, è utile unire all’acqua del fertilizzante almeno due volte nel corso della stagione ponendo attenzione a diluire molto la dose consigliata nella confezione sino ad ¼ di quella prevista per evitare possibili ustioni alla pianta.

Alcune tillandsie hanno le foglie disposte a rosetta mentre altre sono lineari, lanceolate e addirittura filiformi. Le Tillandsie  più note sono:

  • la Usneoides con foglie filiformi simili ad una folta barba arruffata di colore grigio argenteo. E’ molto particolare e di effetto e si presta ad essere collocata su qualsiasi supporto ed anche appesa; basterà vaporizzarla di tanto in tanto con acqua demineralizzata per vedere le foglie filiformi diventare di un bel colore verde glauco.
  • la Jonantha e l’Argentea con foglie lanceolate e la Cyanea che ha una fioritura molto particolare.

 Per acquistare queste tillandsie vieni a trovarci! monverdegarden@ngi.it- tel. 0332 -989123-

 

2017-06-26T16:14:21+00:00