COSA FARE NEL GIARDINO QUANDO ARRIVA L’AUTUNNO …

HomeCOSA FARE NEL GIARDINO QUANDO ARRIVA L’AUTUNNO …

La natura si sta preparando al riposo  ma ci sono  dei lavori da fare in questa stagione proprio per preparare al meglio il giardino al risveglio della primavera:

  1. TAPPETO ERBOSO:

è il momento di fare una buona concimazione

E’ utile anche una arieggiatura che consiste nello spargere uniformemente sul  tappeto erboso una miscela di terriccio con lo scopo di :

  • stimolare la formazione di nuovi germogli
  • eliminare le eventuali irregolarità del terreno
  • contenere gli effetti negativi del gelo
  • incrementare la ritenzione di acqua nei terreni leggeri e facilitare il drenaggio in quelli pesanti

 

  1. AIUOLE:

è il momento di ripulire le aiuole da infestanti ormai secche e di sistemare alla base dei cespugli del materiale naturale pacciamante come la corteccia

 

  1. FRUTTETO:

questo è il momento ideale per mettere a dimora nuove piante aggiungendo del buon stallatico maturo alle piante da frutto esistenti.

  1. COSA POTARE:
  • Conifere : il tasso, il cipresso, il ginepro, la tuia, l’abete, il cedro e il chamaecyparis. Le conifere si potano solo se nel corso dell’anno la pianta si è sviluppata eccessivamente. Serve  per rendere compatta la chioma ed evitare che possa rovinarsi con le gelate invernali o la neve.
  • Alberi a foglia caduca : il Faggio, la quercia, la betulla, il tiglio, il pioppo, il salice, l’acero, il ginko, il liquidambar, l’ontano e il frassino.Si potano in autunno a cadenza biennale o triennale quando tutte le foglie sono cadute.
  • Arbusti sempreverdi : sia quelli coltivati singolarmente sia in siepi. Infatti è l’ autunno il momento migliore nel quale  potare le siepi sia con  potatura di mantenimento, sia per conferire la forma desiderata.  Le giovani siepi messe a dimora da poco o con piante giovani ( 3 o 4 anni)  non vanno potate in autunno  Le siepi che si potano in autunno sono quelle rustiche, più resistenti alle basse temperature. La potatura autunnale non è adatta alla siepe che è stata messa a dimora di recente o con piante giovani di 3 o 4 anni ( bosso, cipresso, fotinia, lauroceraso e alloro). Queste siepi vanno potate in primavera.  Possono essere potate in autunno se hanno un’età superiore ai 4 anni. Gli arbusti sempreverdi da potare in autunno sono quelli più resistenti alle basse temperature come agrlifoglio, osmanto, lauro, piracanto e ligustro.
  • In autunno non si potano : Le piante aromatiche e tutte le officinali perenni che vanno invece potate a inizio primavera, per favorire un rapido ricaccio. L’ortensia va potata tra fine inverno e inizio primavera perché il gelo potrebbe far disseccare la pianta provata dalle cicatrici del taglio. Le sempreverdi tipiche del mediterraneo sono troppo sensibili al freddo per tollerare una potatura autunnale. olivo, pittosporo, oleandro, quercia da sughero, corbezzolo e pino. La potatura di queste piante va eseguita tra marzo e aprile. Gli arbusti a fioritura primaverile come i lillà, spirea, cornus, forsizia… vanno potati al termine della fioritura. Con la potatura autunnale, queste specie rischierebbero di non fiorire con all’arrivo della primavera successiva.
2017-09-23T16:46:57+00:00